Primo

Trova le Specialità nella categoria Primo

  • Emilia RomagnaPrimo4 Stagioni

    Ravioli bianchi e neri di baccalà e gamberi d’acqua salata

    Ricetta del ristorante Al Cavallino Bianco di Polesine Parmense (PR)

    continua
    leggi l'articolo
  • Primo4 Stagionilombardia

    Tagliolini al ragù di coregone e olio del Garda

    continua
    leggi l'articolo
  • Primoabruzzo

    Le Tagliatelle di nonna Finuccia

    Ricetta del Ristorante Vecchia Silvi

    continua
    leggi l'articolo
  • Primobasilicata

    Strascinati all’antica

    Il Potentino è uno di quei luoghi dove la pasta nasce ancora dalle mani di infallibili massaie. In particolare, gli ‘strascinati’, meglio noti al grande pubblico con il nome di ‘orecchiette’, che come suggerisce il termine vengono formati con un indescrivibile movimento delle dita sulla spianatoia. Le preparazioni più note sono pugliesi – davvero in tutte le salse – mentre la ricetta qui proposta è una versione che fa tesoro dei prodotti tipici della Lucania, peperoni ‘cruschi’ e cacioricotta.

    continua
    leggi l'articolo
  • Primocalabria

    Gnocchetti Sabbia d’Oro

    Gli gnocchi sono preparazione ubiquitaria, dalle Alpi agli Appennini, così come lo è la coltura della patata, che rappresenta la loro materia prima più apprezzata. Con una specifica raccomandazione per le patate di montagna, dove il clima favorisce la concentrazione dell’amido nei tuberi, ovvero la sostanza e il sapore, a discapito dell’acqua, che fa solo peso.

    continua
    leggi l'articolo
  • Primofriuli venezia giulia

    Mlinci con la supeta

    Il Carso è l’altopiano calcareo che si stende a 300 metri di quota segnando il margine orientale della Venezia Giulia, al confine con la Slovenia. Il paesaggio è brullo e tormentato, molto suggestivo. Per i triestini il Carso rappresenta la prima meta per una scampagnata, a motivo anche del buon numero di gostilne (trattorie) e osmizze (osterie, da “osem”, otto in sloveno, numero di giorni durante i quali, fin dai tempi di Maria Teresa d’Austria, i contadini potevano vendere vino e quant’altro). I sapori sono di frontiera, con piatti che nascono dal compromesso fra cultura mitteleuropea e ambiente mediterraneo.

    continua
    leggi l'articolo
  • friuli venezia giuliaPrimo

    Cjalsons

    continua
    leggi l'articolo
  • Primo4 Stagioni

    Zuppa di pescato quotidiano

    Il tratto di mare da Anzio a Terracina, con il promontorio del Circeo nel mezzo e l’isola di Ponza all’orizzonte, introduce a uno scenario gastronomico di eccezionale rilevanza. Alla bellezza delle coste corrisponde infatti una ricchezza sottomarina fuori dal comune, che già un illustre ittiologo di fine Ottocento, Domenico Giordano, documentò con i suoi studi, valutando in oltre 70 i tipi di pesce d’interesse culinario.

    continua
    leggi l'articolo
  • Primolazio

    Tagliolini all’Angelica

    Nei dialetti regionali di pesci capponi se ne trovano in numero che disorienta. Così, per esempio, vengono chiamati gli scorfani, facendo riferimento alla testa sproporzionata. Lo stesso vale per altri rappresentanti della loro famiglia, tra i quali il capone gallinella (Trigla hirundo), pesce di colore rosa giallastro, altrimenti definito con nomi che si riferiscono alla testa (‘cuoccio’) o alle pinne pettorali variopinte e amplissime (‘luserna’, ‘rondine di mare’, ‘angiuletto’). Al suo proposito nel Basso Tirreno non hanno dubbi: è il ‘cuoccio riale’ o ‘faggiano’ che ci vuole per l’acquapazza, che per ingredienti è fonte d’ispirazione di questa ricetta.

    continua
    leggi l'articolo
  • Primoliguria

    Lattughe ripiene

    Fonte d’ispirazione del poeta Nicolò Bacigalupo è un piatto di antica tradizione ligure, le lattughe ripiene, previste in versione di magro, di origine monastica, prescritte per il pranzo pasquale, ma peraltro molto popolari nella cucina d’entroterra, e in una versione di carne, di origini borghesi, che compare nei ricettari fin dal Settecento.

    continua
    leggi l'articolo