Una terra produttiva e ricca di storia

Nella sua attualità il Veneto, prima regione turistica d'Italia, si presenta come un territorio dai molteplici orizzonti: dalle lagune adriatiche alle vette delle Dolomiti, dal lago di Garda ai colli Bèrici ed Euganei; perfino la pianura riserva paesaggi ben diversi tra la fascia alta, disegnata dai vigneti e fitta di abitati, e quella bassa che si stende tra seminativi e pioppi verso il delta del Po.

Altrettanto vario lo scenario dei sapori con produzioni di spicco in ogni campo: i formaggi, con l’Asiago, prim’attore della casearia italiana, ma anche altri, come il Monte Veronese o il Piave; i salumi, con la soppressa, morbido salame che si accompagna al pan biscotto, e il prosciutto crudo Berico-Euganeo, che nulla ha da invidiare a più famosi colleghi; gli ortaggi, con il radicchio rosso di Treviso, grande protagonista anche in cucina, e il fagiolo di Lamon del Bellunese, materia prima per uno dei classici piatti regionali; la frutta, con le ciliege di Maròstica e la varia pro- duzione del Veronese.

Questo per non dire delle produzioni minori: l’olio d’oliva del Garda e dei colli, eccezio- nale complemento del pesce di lago e d’acqua corrente; il riso della Bassa veronese e del Polesine, che va a nozze con verdure, erbe, carni e insaccati; il mais Marano, base di una polenta dal sapore antico.