La Montanella

Prosciutto cotto nel vino Secondo di Carne 4 Stagioni Veneto

La specialità del Buon Ricordo rappresenta un prezioso e gustoso recupero della gastronomia padovana del ‘400; si tratta di un “Prosciutto cotto nel vino”, che dimostra come l’attuale ritorno frequente al maiale, adeguatamente cucinato, ha antiche e nobili origini e può offrire sapori di una delicatezza inaspettata.

Prosciutto cotto nel vino 002.jpg

Ingredienti per 4 persone

• g 800 di coscia di maiale per fare il prosciutto
• 2 cipolle
• 2 mele
• mazzetto di odori (rosmarino, timo, maggiorana, salvia)
• l 2 di Cabernet o di Raboso
• 6 chiodi di garofano
• 5 bacche di ginepro
• 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva
• sale e pepe
• 1 grappolo d’uva

Preparazione

Mettere la coscia di maiale, precedentemente disossata, a marinare in una bacinella per una notte con il vino rosso e il mazzetto di odori, le bacche di ginepro e i chiodi di garofano.
In una pentola capiente soffriggere nell’olio la cipolla e la mela, adagiarvi la coscia di maiale e la marinata. Salare, pepare e cuocere per circa cinque ore a fuoco lento con la pentola coperta con il coperchio. Al termine della cottura togliere la carne e passare con il passaverdura il fondo di cottura.
Tagliare il prosciutto a fettine di circa 2 cm di spessore, disporle sul piatto caldo, bagnarle con il sugo di cottura, decorare con dei chicchi d’uva e servire.

Vini consigliati: Colli Euganei Cabernet DOC e Raboso del Veneto

Ristorante

La Montanella
di Giorgio Borin

La Montanella
Un ristorante ampiamente consolidato, a gestione familiare la cui passione per la cucina è nata ed è costantemente alimentata, per tutta la famiglia Borin, dalla grande passione per la propria terra, che offre prodotti di eccellenza spesso di piccole aziende locali. Il loro motto è “non si vive in un territorio, bisogna invece vivere un territorio per farlo vivere”. Una struttura con...

Vai al ristorante